Uno sguardo veloce ai diversi tipi di proteine

Quali proteine dovrei assumere nello spuntino di metà mattina? E dopo l’allenamento? Vediamo insieme le diverse caratteristiche delle varie fonti proteiche.

Proteine del siero di latte (sieroproteine)

Circa il 20% delle proteine del latte è nel siero. Le sieroproteine vengono digerite velocemente e con facilità e contengono tutti gli aminoacidi essenziali (EAAs – Essential Amino Acids) – compresi i tre Aminoacidi Ramificati (BCAA – Branched Chain Amino Acid). Grazie alla loro velocità di digestione, sono ideali per supportare il processo di costruzione muscolare.

WPC

Whey Protein Concentrate – Proteine Concentrate del siero di latte. Le WPC sono un concentrato del siero di latte che contiene tra il 35% ed il 85% di proteine.

WPI

Whey Protein Isolate – Proteine Isolate del siero di latte. Le WPI sono sieroproteine che contengono una quota proteica pari ad almeno il 90%. Le sieroproteine isolate contengono meno grassi, colesterolo e carboidrati rispetto alle sieroproteine concentrate (WPC) e possono dunque risultare un’ottima scelta per chi desidera tenere sotto controllo l’apporto di grassi e di carboidrati.

WPH

Whey Protein Hydrolyzed – Proteine Idrolizzate del siero di latte. Le WPH sono sieroproteine (possono derivare sia dalle WPC che dalle WPI) che sono state ulteriormente scomposte in componenti più piccoli detti peptidi, attraverso un procedimento enzimatico. Risultano dunque più facili da digerire ed entrano in circolazione nel sangue più velocemente (approfondisci l’argomento QUI).

Caseine

Circa l’80% restante delle proteine del latte è rappresentato dalle caseine. Essendo queste digerite ed assimilate più lentamente rispetto ad altre proteine (come ad esempio le sieroproteine), le caseine risultano particolarmente utili se consumate prima di coricarsi o tra i pasti. Quando vengono consumate, le caseine raggiungono lo stomaco dove entrano in contatto con i succhi gastrici (acidi) e si raggrumano, avendo poi bisogno di più tempo per essere digerite ed abbandonare lo stomaco.

Proteine dell’uovo

Le proteine dell’uovo sono complete, ovvero contengono tutti gli aminoacidi essenziali necessari per la sintesi delle proteine da parte del nostro corpo. Inoltre, le proteine dell’uovo non contengono lattosio, sono altamente biodisponibili e costituiscono una validissima alternativa alle sieroproteine, alle caseine ed alle proteine totali del latte per tutti coloro che soffrono di una qualche allergia o intolleranza al latte o sensibilità al lattosio.

Proteine della soia

Le proteine della soia sono le uniche proteine non animali complete presenti in natura. Ciò significa che forniscono tutti gli aminoacidi essenziali e sono adatte a vegetariani e vegani. La soia può essere una valida alternativa per i vegetariani che desiderano supplementare la loro dieta con delle proteine.

Proteine del manzo

Le proteine del manzo sono proteine complete che forniscono tutti gli aminoacidi essenziali. Costituiscono un’altra valida alternativa alle proteine del latte nel contesto di un regime di supplementazione proteica della dieta.

Proteine vegetali

Le fonti vegetali di proteine possono potenzialmente comprendere riso, pisello, canapa indiana, patata, alfalfa, chia, semi di lino ed altri. Le proteine vegetali costituiscono un’ulteriore fonte alternativa per la supplementazione con proteine non derivate dal latte e possono comprendere dei composti benefici naturalmente presenti nella pianta di origine.

 

MPI

Milk Protein Isolate – Proteine Isolate del latte. Le MPI sono un concentrato di latte che contiene almeno il 90% di proteine del latte.

MPC

Milk Protein Concentrate – Proteine Concentrate del latte. Le MPC sono un concentrato del latte che contiene tra il 40% e il 85% di proteine.